Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Post
  • Heyyo
    Ospite
    Post totali: 32

    Buongiorno. Sono una ragazza di 22 anni. Ho appena avuto diagnosi di ADHD quindi mi è tutto un po’ nuovo. Ho problemi a organizzare la mia giornata e tendo a dimenticare la maggior parte, se non tutti, i compiti che i miei genitori mi lasciano. Ho provato con i post-it, con i promemoria sul telefono, con le sveglie e con le to-do list. Nulla sembra funzionare a lungo. Quello che però mi sta dando più problemi è il comportamento che hanno i miei genitori. Quando dimentico di fare alcune cose tendono ad alzare la voce e a criticarmi anche pesantemente utilizzando anche i punti deboli che ho. Continuano a dire che “uso la scusa dell’adhd” per non fare i compiti che mi hanno assegnato e per non studiare(sono rimasta indietro con alcuni esami dell’università). Io non ho mai messo in tavola quella scusa e l’unica risposta che do è che avendo anche altre cose da fare i compiti che mi hanno dato li dimentico. Volevo sapere se anche ad altri ragazzi con ADHD che vivono con i genitori succede. Che cosa fate quando questi discorsi escono fuori?

    Alessandro
    Ospite
    Post totali: 32

    Ciao Heyyo, a me capitava quando vivevo con loro. Avevano sempre da ridire, soprattutto mio padre, persona altamente tossica.
    La cosa migliore è prendere le distanze da loro, farti una tua vita. Sarà difficile andare a vivere da sola inizialmente, ma ti permetterà di allontanarti da quelle critiche tossiche e sviluppare maggiore autostima.
    Ignora i loro rimproveri e le loro critiche finché devi conviverci, poi prendendo le distanze i rapporti miglioreranno.
    Se puoi trova un piccolo lavoro che ti consenta di studiare ma avere un indipendenza economica almeno parziale in modo che non possano rinfacciarti niente.

Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
Rispondi a: ADHD e genitori
Le tue informazioni: